Passa ai contenuti principali

Jonna Jinton, la ragazza che incanta con la sua musica i bovini


Lodra - Jonna Jinton è la ragazza che incanta i bovini richiamandoli dal pascolo. Come? Solo con
il potere della sua voce.

Joanna aveva solo 12 anni quando per la prima volta sentì praticare il kulning, una
tecninca canora scandinava usato dai pastori per richiamare le mandrie bovine.

Non era in un bosco quando sentì quel canto, ma in un museo di musica in Svezia dove
la guida della sua gita scolastica consigliò a lei e ai suoi compagni di tapparsi le
orecchie prima che lui emettesse un grido.

Jonna Jinton non lo fece, perchè appena ascoltò quel grido ne fu innamorata, per lei era
un suono soave tanto che ne è ora diventata una delle massime praticanti.

Ebbene si, perchè il kuning è una tecnica antica, poco usata e spesso buttata nel
dimenticatoio, ma la giovane Joanne vuole riportarla in vita.

Susanne Rosenberg, professore e direttore del dipartimento di musica popolare del
Royal College of Music di Stoccolma e esperto di kulning, spiega che questa tecninca
veniva usata sin dal medioevo per richiamare il bestiame lasciate a pascolare sulle
montagne.

Il kulning è stato ideato dalle donne di quei villaggi che nei secoli hanno curato questa
tecninca canora che puo raggiungere 125 decibel e quindi puo essere ascoltata da un
bovino anche a 5 km di distanza. Questo spiega il perchè la guida scolastica di Jonna,
consiglio ai ragazzi di tapparsi le orecchie.

Ma ciò che spinge gli animali a trotterellare verso i propri padroni rimane un po 'un
mistero.

Jonna Jinton ama questa sua tradizione e periodicamente, infatti, pubblica su Youtube
e instagram video in cui pratica il Kulning. Nei video, come il seguente, puoi notare
come per magia i bovini, incantati dalla sua voce, si avvicinno a lei e ritornano a casa.


Commenti

Post popolari in questo blog

Corsi radiofonici - Diventa conduttore o Dj radiofonico ecco come

Londra - Ti piace il mondo delle radio? Vorresti diventare un conduttore radiofonico?
Imparare la dizione? Ecco che la radio italiana di Londra LondonONEradio 24 ore, ti può aiutare con i suoi corsi radiofonici.

Una squadra di professionisti, con video corsi ( per chi è in Italia) o per chi è a Londra direttamente negli studi di LondonONEradio, vi faranno entrare nel magico mondo della radio.

I corsi sono mirati a far imparare le nozioni basi della radio, e di dizione. Dizione non solo per avere una buon pronuncia in radio ma anche nella vita, per presentare meglio voi stessi nel mondo del lavoro.

Infondo come si dice : non si a mai una seconda possibilità per fare una buona prima impressione.
I corsi radiofonici di LondonONEradio sono unici nel suo genere, si basano sulla esperienza di esperti e di persone che da anni fanno radio. I corsi radiofonici si dividono in 4 sezioni

Corso  L'ABC della conduzione Corso Giornalismo radiofonico ( differenze tra UK e IT)���������������������…

Tobias Gremmler materializza la musica...

Londra - La musica, si può materializzare? A quanto pare si!; usando 12 telecamere e servendosi della
visualizzazione dei dati. Questo progetto, ideato dall’artista Tobias Gremmler ha animato i
colpi di bacchetta di Sir Simon Rattle a 120 fotogrammi al secondo.

Utilizzando il “motion capture” per tracciare i movimenti del direttore d'orchestra della
London Symphony Orchestra, Sir Simon Rattle, Gremmler ha creato questo video ipnotico.
Mentre le braccia di Rattle si alzano e il suo corpo ondeggia, ogni movimento viene tracciato e
animato, creando ampi schemi di luce.

Il progetto richiede l’uso di molta tecnologia. Per creare questo effetto, i direttori creativi del progetto hanno utilizzato 12 telecamere, che hanno catturato i movimenti di Rattle a 120
fotogrammi al secondo.

Usando questi dati, Gremmler ha creato una serie di film animazione.

Le immagini risultanti? Esplosioni di luce, suoni e vortici che materializzano la musica. Come
spiega Gremmler.

 Quando la musica divent…

Beatles sul tetto Il 30 gennaio 1969 : Il concerto che cambio' la storia dei live

Londra - Esiste ancora, il palazzo, dell' Apple ( non quella di s. Jobs) Records in 3 Savile Row, Londra W1, strada famosa per i suoi sarti, dove i Beatles suonaro sul tetto a sorpresa. Era il 30 Gennaio 1969, con l'aggiunta del tastierista Billy Preston.

Le strade vicine si bloccarono, tutti con il naso verso il cielo a vedere e sentire i Fab Four, in una modo mai visto prima. Fu la loro ultima esibizione. Quel concerto durato quaranta minuti passo alla storia come "The Beatles’ Rooftop Concert" John, Paul, Ringo e George non si esibivano dal 1966: quel giorno però erano di nuovo tutti e quattro insieme. Faceva freddo e Lennon indossava la pelliccia che gli aveva prestato Yoko Ono.

Paul McCartneycadde in una forte depressione. Ma ritorniamo al concerto sul tetto.
I Beatles avevano suonato su di un tetto, e subito, quel modo di fare musica divenne fonte di ispirazione per altre band che si esibirono successivamente sui tetti dei palazzi. Il 4 aprile 1970, la ba…