Passa ai contenuti principali

il primo lp dei Monarkaotika è dedicato alla libertà


Londra- La band dei Monarkaotika suona da diversi anni proponendo la propria formula di rock italiano viscerale ed energico.

Oggi esce finalmente il loro primo disco, intitolato "Meravigliosa Mente Instabile", il cui singolo di lancio, "Libera", è emblema delle riflessioni della band intorno alla libertà.

 Dopo aver solcato numerosi palchi nel corso degli anni, affinando sempre più la propria formula, iMonarkaotika pubblicano il loro album d’esordio, intitolato “Meravigliosa Mente Instabile”, con il consueto tono scanzonato e provocatorio che caratterizza lo stile di questa adrenalinica band pugliese.
Il primo singolo di questo disco è “Libera”: la canzone descrive alla perfezione la costante ricerca della pace interiore. Stare bene con se stessi è la più grande delle difficoltà e spesso, invece di affrontarla restiamo bloccati in un limbo di vere o presunte limitazioni, cercando conforto in altre persone e frenando così la nostra libertà.

“Libera” quindi descrive il bisogno umano innato di scappare via da tutto ciò che ci incatena fisicamente e psicologicamente, aspirando a tornare a volare come la farfalla monarca, che è anche il simbolo della band.

 La chiara impronta live e le numerose contaminazioni che hanno influenzato la formazione nel corso degli anni sono chiaramente distinguibili nei brani che compongono l’intero album, in cui la maggior parte delle canzoni è venuta fuori in maniera naturale, tra prove e concerti, senza porre alcun freno all’ispirazione.

 “Meravigliosa Mente Instabile” rappresenta un vero e proprio diario del percorso fatto fino ad ora dalla band e che meritava di essere presente anche discograficamente.

 Non solo nel primo singolo ma nell’intero sound e nei diversi testi dei Monarkaotika si distingue chiaramente il bisogno di affermare la propria libertà ribellandosi contro gli schemi anestetizzanti della routine quotidiana e di tutte quelle sovrastrutture che limitano la creatività.

 In questo senso, ascoltare l’album tutto d’un fiato è come compiere un viaggio che attraversa diversi generi, sonorità e atmosfere, per arrivare a liberare l’ascoltatore stesso dalle proprie catene.

Ascolta qui “Libera”:





Commenti

Post popolari in questo blog

Corsi radiofonici - Diventa conduttore o Dj radiofonico ecco come

Londra - Ti piace il mondo delle radio? Vorresti diventare un conduttore radiofonico?
Imparare la dizione? Ecco che la radio italiana di Londra LondonONEradio 24 ore, ti può aiutare con i suoi corsi radiofonici.

Una squadra di professionisti, con video corsi ( per chi è in Italia) o per chi è a Londra direttamente negli studi di LondonONEradio, vi faranno entrare nel magico mondo della radio.

I corsi sono mirati a far imparare le nozioni basi della radio, e di dizione. Dizione non solo per avere una buon pronuncia in radio ma anche nella vita, per presentare meglio voi stessi nel mondo del lavoro.

Infondo come si dice : non si a mai una seconda possibilità per fare una buona prima impressione.
I corsi radiofonici di LondonONEradio sono unici nel suo genere, si basano sulla esperienza di esperti e di persone che da anni fanno radio. I corsi radiofonici si dividono in 4 sezioni

Corso  L'ABC della conduzione Corso Giornalismo radiofonico ( differenze tra UK e IT)���������������������…

Tobias Gremmler materializza la musica...

Londra - La musica, si può materializzare? A quanto pare si!; usando 12 telecamere e servendosi della
visualizzazione dei dati. Questo progetto, ideato dall’artista Tobias Gremmler ha animato i
colpi di bacchetta di Sir Simon Rattle a 120 fotogrammi al secondo.

Utilizzando il “motion capture” per tracciare i movimenti del direttore d'orchestra della
London Symphony Orchestra, Sir Simon Rattle, Gremmler ha creato questo video ipnotico.
Mentre le braccia di Rattle si alzano e il suo corpo ondeggia, ogni movimento viene tracciato e
animato, creando ampi schemi di luce.

Il progetto richiede l’uso di molta tecnologia. Per creare questo effetto, i direttori creativi del progetto hanno utilizzato 12 telecamere, che hanno catturato i movimenti di Rattle a 120
fotogrammi al secondo.

Usando questi dati, Gremmler ha creato una serie di film animazione.

Le immagini risultanti? Esplosioni di luce, suoni e vortici che materializzano la musica. Come
spiega Gremmler.

 Quando la musica divent…

Beatles sul tetto Il 30 gennaio 1969 : Il concerto che cambio' la storia dei live

Londra - Esiste ancora, il palazzo, dell' Apple ( non quella di s. Jobs) Records in 3 Savile Row, Londra W1, strada famosa per i suoi sarti, dove i Beatles suonaro sul tetto a sorpresa. Era il 30 Gennaio 1969, con l'aggiunta del tastierista Billy Preston.

Le strade vicine si bloccarono, tutti con il naso verso il cielo a vedere e sentire i Fab Four, in una modo mai visto prima. Fu la loro ultima esibizione. Quel concerto durato quaranta minuti passo alla storia come "The Beatles’ Rooftop Concert" John, Paul, Ringo e George non si esibivano dal 1966: quel giorno però erano di nuovo tutti e quattro insieme. Faceva freddo e Lennon indossava la pelliccia che gli aveva prestato Yoko Ono.

Paul McCartneycadde in una forte depressione. Ma ritorniamo al concerto sul tetto.
I Beatles avevano suonato su di un tetto, e subito, quel modo di fare musica divenne fonte di ispirazione per altre band che si esibirono successivamente sui tetti dei palazzi. Il 4 aprile 1970, la ba…