Passa ai contenuti principali

Telecaster la chitarra elettrica fatta con il legno del medioevo

Londra - Quattro amici, la musica, e il caso. Questo potrebbe essere l'inzio di un film o di un romanzo per raccontare la storia della prima e unica chitarra elettrica al mondo fatta con un legno di 600 anni.

 Oppure si potrebbe iniziare a dire, c'era una volta un pezzo di legno.... e Amedeo Riccioni liutaio, Camillo Autore cardiologo, Lucio Gnessi endocriconologo, e Alberto Contri un pubblicitario tutti con la passione per la musica.

 Amedeo inizia per hoppy a construire strumenti musicali, ma la passione si trasforma in una vera e propria azzienda marchio Handyman diventata in poco tempo il punto di riferimento per la particolare e qualità di chitarre che hanno fatto la storia del rock e del blues.

 Un giorno un amico di Amedeo gli manda 4 legni vecchi, che gli altri avevano scartato e buttato via. I legni provenivano da una chiesa scalcianta medioevale di Santa Maria extra Moenia di Antrodoco, piccolo comune vicino a Rieti. Amedeo la fa vedere ai suoi amici, che sul principio non danno peso a quei 4 legni. Eppure Amedeo era attratto da una tavola in particolare, si poteva adattare per farne una chitarra.


 E cosi dopo poche settimane e' nata una chitarra eletrica fatta con questo legno duro, stagionatissimo. Amedeo ha costruito una Telecaster dal suono particolare per via del legno stagionatissimo ed e' una al mondo.

Amedeo e i suoi amici, contentissimi iniziano a sunare la Telecaster in paese per far sentire il suono particolare, troppo particolare.

 E la ragione di questo suono particolare non poteva essere altro che il legno usato. Amedeo incuriosito decide di far analizzare il legno all' esame del carbonio 14.

 Ed ecco la soprendente meraviglia, il legno risale al 1600. Inutile dire la gioia dei padri di quella Telecaster uinica. E' la storia di una amicizia e di un legno che non ha voluto rimanere muto, ma far sentire la sua musica proveniente dal lontano medioevo.


Commenti

Post popolari in questo blog

Corsi radiofonici - Diventa conduttore o Dj radiofonico ecco come

Londra - Ti piace il mondo delle radio? Vorresti diventare un conduttore radiofonico?
Imparare la dizione? Ecco che la radio italiana di Londra LondonONEradio 24 ore, ti può aiutare con i suoi corsi radiofonici.

Una squadra di professionisti, con video corsi ( per chi è in Italia) o per chi è a Londra direttamente negli studi di LondonONEradio, vi faranno entrare nel magico mondo della radio.

I corsi sono mirati a far imparare le nozioni basi della radio, e di dizione. Dizione non solo per avere una buon pronuncia in radio ma anche nella vita, per presentare meglio voi stessi nel mondo del lavoro.

Infondo come si dice : non si a mai una seconda possibilità per fare una buona prima impressione.
I corsi radiofonici di LondonONEradio sono unici nel suo genere, si basano sulla esperienza di esperti e di persone che da anni fanno radio. I corsi radiofonici si dividono in 4 sezioni

Corso  L'ABC della conduzione Corso Giornalismo radiofonico ( differenze tra UK e IT)���������������������…

Tobias Gremmler materializza la musica...

Londra - La musica, si può materializzare? A quanto pare si!; usando 12 telecamere e servendosi della
visualizzazione dei dati. Questo progetto, ideato dall’artista Tobias Gremmler ha animato i
colpi di bacchetta di Sir Simon Rattle a 120 fotogrammi al secondo.

Utilizzando il “motion capture” per tracciare i movimenti del direttore d'orchestra della
London Symphony Orchestra, Sir Simon Rattle, Gremmler ha creato questo video ipnotico.
Mentre le braccia di Rattle si alzano e il suo corpo ondeggia, ogni movimento viene tracciato e
animato, creando ampi schemi di luce.

Il progetto richiede l’uso di molta tecnologia. Per creare questo effetto, i direttori creativi del progetto hanno utilizzato 12 telecamere, che hanno catturato i movimenti di Rattle a 120
fotogrammi al secondo.

Usando questi dati, Gremmler ha creato una serie di film animazione.

Le immagini risultanti? Esplosioni di luce, suoni e vortici che materializzano la musica. Come
spiega Gremmler.

 Quando la musica divent…

Beatles sul tetto Il 30 gennaio 1969 : Il concerto che cambio' la storia dei live

Londra - Esiste ancora, il palazzo, dell' Apple ( non quella di s. Jobs) Records in 3 Savile Row, Londra W1, strada famosa per i suoi sarti, dove i Beatles suonaro sul tetto a sorpresa. Era il 30 Gennaio 1969, con l'aggiunta del tastierista Billy Preston.

Le strade vicine si bloccarono, tutti con il naso verso il cielo a vedere e sentire i Fab Four, in una modo mai visto prima. Fu la loro ultima esibizione. Quel concerto durato quaranta minuti passo alla storia come "The Beatles’ Rooftop Concert" John, Paul, Ringo e George non si esibivano dal 1966: quel giorno però erano di nuovo tutti e quattro insieme. Faceva freddo e Lennon indossava la pelliccia che gli aveva prestato Yoko Ono.

Paul McCartneycadde in una forte depressione. Ma ritorniamo al concerto sul tetto.
I Beatles avevano suonato su di un tetto, e subito, quel modo di fare musica divenne fonte di ispirazione per altre band che si esibirono successivamente sui tetti dei palazzi. Il 4 aprile 1970, la ba…