venerdì 11 gennaio 2019

La casa e lo studio di Freddy Mercury a Londra


Credit: Adnergje
Londra - Garden Lodge Mansion si trova in una tranquilla strada residenziale a Kensington, Londra.
 Se non fosse per le pile di lettere non indovineresti mai che una volta era la casa di uno dei più irrefrenabili interpreti della musica rock, il frontman dei Queen, Freddie Mercury.

Mercury si trasferì in casa nel 1985 e decorò sontuosamente. All' inizio, Garden Lodge ospitava
feste e sessioni di registrazione a tarda notte nello studio. Tuttavia, mentre la salute di
Mercury si deteriorava, si ritirò dalla vita pubblica.

Nonostante abbia negato la sua diagnosi disieropositività, ha iniziato a trascorrere più tempo a casa a Garden Lodge.

È diventato sempre più fragile e nelle ultime settimane della sua vita è stato curato dalla sua ex amante e migliore amica, Mary Austin. Mercury morì il 24 novembre 1991. Lasciò la casa e gran parte della sua proprietà ad Austin, volendo assicurarsi un posto per lei ei suoi figli.
Credit: Pakinho

Contrariamente al suo fiammeggiante personaggio teatrale, la vita domestica di Freddie Mercury era isolata e privata. Ciò si riflette in Garden Lodge, che è circondata da alti muri in pietra che proteggono la casa e il giardino dalla vista. Mercury fu cremato e le sue ceneri furono sepolte in un luogo segreto che Mary Austin afferma che non rivelerà mai.

 Senza una tomba a cui prestare il loro rispetto, i fan si sono radunati in 1 Logan Place per piangere. I muri di pietra furono presto ricoperti di lettere, e sulle porte verdi segnate "Studio Gate"; e "Garden Lodge" le persone in lutto compirono le loro condoglianze.

Mary Austin e la sua famiglia risiedono ancora in Garden Lodge, dove l'arredamento è apparentemente molto simile a quello lasciato da Freddie Mercury.

Fuori dalla strada, anche se sono passati più di due decenni dalla morte di Mercury, i fan dei The Queen lasciano ancora lettere, fiori, regali e graffiti per ricordare il cantante.

ecco il dietro le quinte del fiilm

leggi anche :


Nessun commento:

Posta un commento