Passa ai contenuti principali

La musica sperimentale di Giuni Russo


Giuni Russo, nome d'arte di Giuseppa Romeo, è stata una cantautrice italiana di musica pop sperimentale.
Fu un'artista di ricerca, sperimentale e d’avanguardia, tra jazz ed elettronica, tra blues e lirica, tra pop e classica, tra musica sacra e musica leggera, caratterizzata dall'estrema facilità di cambio di registro, e quindi da un’estensione vocale in tessitura tale da coprire quasi cinque ottave.



Nasce a Palermo il 7 settembre 1951, penultima di dieci figli. La musica è nel suo DNA: il padre (che di lavoro fa il pescatore) e il nonno sono due baritoni, mentre la madre è un soprano, motivo per cui fin da piccola Giuni si appassiona al canto, tanto da studiarlo seriamente cercando di pagarsi da sola le lezioni, per non pesare sul debole bilancio famigliare.

Ha iniziato la lunga gavetta nel 1967, quando si presenta al Festival di Castrocaro, cantando A chi di Fausto Leali, che la porta alla vittoria. L’anno dopo calca il palco del Festival di Sanremo con il brano No amore, presentandosi come Giusy Romeo.
Per continuare la carriera musicale, si trasferisce a Milano, dove incontra la donna che le starà accanto per tutta la vita, Maria Antonietta Sisini, all’epoca un’aspirante chitarrista: con lei comincia un lungo sodalizio artistico.


All’inizio degli anni settanta, l’etichetta discografica con cui decide di collaborare, le consiglia di iniziare a cantare in inglese, per avere una risonanza internazionale, ma questa esperienza non è delle più proficue.

Giuni Russo (è il nome definitivo, scelto alla fine degli anni ’70) ricomincia a cantare così in italiano
Negli anni ottanta arriva la tanto agognata consacrazione: nel 1982 pubblica il singolo Un’estate al mare, con cui viene ancora oggi conosciuta dal grande pubblico e che le permette di vincere il Festivalbar.

In seguito a questa esperienza pubblica quattro album.
Nel 1988 l’artista decide di ampliare la propria esperienza musicale dedicandosi alla lirica: rielabora, infatti, delle arie di Bellini e Verdi.

Nel 2003 Giuni partecipa al 53esimo Festival di Sanremo con Morirò d’Amore e pubblica l’album Irradiazioni. Nel 2017 viene pubblicato l’album postumo Armstrong, che contiene alcune canzoni composte nel 1980 e all’epoca scartate.
Giuni Russo muore a Milano il 14 settembre 2004, all’età di cinquantatré anni, a causa del cancro.



Commenti

Post popolari in questo blog

Corsi radiofonici - Diventa conduttore o Dj radiofonico ecco come

Londra - Ti piace il mondo delle radio? Vorresti diventare un conduttore radiofonico?
Imparare la dizione? Ecco che la radio italiana di Londra LondonONEradio 24 ore, ti può aiutare con i suoi corsi radiofonici.

Una squadra di professionisti, con video corsi ( per chi è in Italia) o per chi è a Londra direttamente negli studi di LondonONEradio, vi faranno entrare nel magico mondo della radio.

I corsi sono mirati a far imparare le nozioni basi della radio, e di dizione. Dizione non solo per avere una buon pronuncia in radio ma anche nella vita, per presentare meglio voi stessi nel mondo del lavoro.

Infondo come si dice : non si a mai una seconda possibilità per fare una buona prima impressione.
I corsi radiofonici di LondonONEradio sono unici nel suo genere, si basano sulla esperienza di esperti e di persone che da anni fanno radio. I corsi radiofonici si dividono in 4 sezioni

Corso  L'ABC della conduzione Corso Giornalismo radiofonico ( differenze tra UK e IT)���������������������…

Il futuro e' delle Web Radio. Nissan sta pensando di portare lo streming in auto.

Londra - Probabilmente l'ascolto in Fm delle radio sara' un ricordo, Il futoro e'  delleWeb Radio.
Via i ripetitori e le antenne. In UK l'evoluzione e' gia' in atto, infatti 98.2% delle radio in UK sono tuttem, DAB e in web.

 In italia il processo e' piu' lento ma forse per il 2030/40 anche in Italia si potranno sentire le radio in macchima via web come gia' sta accandendo in USA e in UK.

In UK già al 16% l’ascolto in streaming sulle quattro ruote.

 Secondo uno studio fatto da Eureka  la casa automobilistica Nissan, in UK sta installando la connettività in auto per  l'ascolto di  musica e di radio sulle quattro ruote, quindi  il futuro delle radio sono le Web Radio.
Ponz Pandikuthira, vice presidente della pianificazione del prodotto per Nissan Europe, ha dichiarato: "La connettività in auto è una delle principali tecnologie di trasformazione dell'industria automobilistica e un pilastro della visione di Nissan Intelligent Mobility per il…

Beatles sul tetto Il 30 gennaio 1969 : Il concerto che cambio' la storia dei live

Londra - Esiste ancora, il palazzo, dell' Apple ( non quella di s. Jobs) Records in 3 Savile Row, Londra W1, strada famosa per i suoi sarti, dove i Beatles suonaro sul tetto a sorpresa. Era il 30 Gennaio 1969, con l'aggiunta del tastierista Billy Preston.

Le strade vicine si bloccarono, tutti con il naso verso il cielo a vedere e sentire i Fab Four, in una modo mai visto prima. Fu la loro ultima esibizione. Quel concerto durato quaranta minuti passo alla storia come "The Beatles’ Rooftop Concert" John, Paul, Ringo e George non si esibivano dal 1966: quel giorno però erano di nuovo tutti e quattro insieme. Faceva freddo e Lennon indossava la pelliccia che gli aveva prestato Yoko Ono.

Paul McCartneycadde in una forte depressione. Ma ritorniamo al concerto sul tetto.
I Beatles avevano suonato su di un tetto, e subito, quel modo di fare musica divenne fonte di ispirazione per altre band che si esibirono successivamente sui tetti dei palazzi. Il 4 aprile 1970, la ba…