Passa ai contenuti principali

Ezio Bosso "la musica ti salva la vita"


Ezio Bosso nasce a Torino il 13 settembre 1971, è un contrabbassista, pianista, compositore e direttore d'orchestra italiano. Inizia lo studio musicale a 5 anni, si diploma in contrabbasso al conservatorio di Venezia.
E' considerato uno dei rari virtuosi di contrabbasso; come solista e direttore, si è esibito in Europa, , Giappone, Australia, Sud Africa, Usa, Israele con orchestre rinomate, in Festival e Auditorium.
Nel maggio 2005 un brutto incidente alla mano sinistra interrompe la sua carriera di strumentista portandolo a dedicarsi principalmente alla composizione e alla direzione.
Nel ruolo di compositore dal 1996 ha scritto musica per teatro in Italia, Francia, Australia, USA e Spagna, con registi quali Malosti, Terracciano, Bertolucci, Galland; per la danza in Italia, Malaysia, Australia, UK e USA, per coreografi come Castello, Yap, Liv Lorent, Christopher Wheeldon, George Piper Dance, Scottish Dance Theater; per commissioni di importanti istituzioni in Europa come Teatro Regio di Torino, Arena di Verona, Major of Rome, ENI, Süd Tirol Region, CRT Brescia, Unione Musicale, Maison Baudelaire; per il cinema muto per Museo del Cinema di Torino, Royal Cinematheque Amsterdam, Cineteca di Bologna e infine per il cinema, lavorando con registi come Tavarelli, Terracciano, Porporati e soprattutto con Gabriele Salvatores, con quest ultimo in particolare è nato un sodalizio costante che ha portato Ezio a firmare le musiche di tutti i suoi progetti. 
Nel 2003 con la musica del film “Io non Ho Paura”, Ezio viene acclamato come compositore innovativo sia nell’ambito musicale che cinematografico dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo. La BMG Classics lo inserisce tra i suoi artisti ufficiali e riceve molti premi e nomination.
Gli Academy Awards Oscar in Los Angeles lo invitano in via straordinaria a partecipare alle selezioni del 2004. 
Nel 2005 fonda, con elementi del quartetto di Torino, dell'ex quartetto Borciani e altri giovani musicisti italiani, il Buxusconsort. 
Pur essendo un gruppo d'archi classico,il gruppo segue un percorso simile a quello di una band, eseguendo tutti i progetti per archi di Ezio e un repertorio che spazia dall'800 ai giorni nostri. 
Ezio Bosso è l’unico compositore classico italiano ad aver ricevuto l’Italian Music Award (il Grammy italiano). 

video intervista al Maestro Bosso  fatto da LondonONEradio


La sua musica è distribuita da BMG RCA, Sony, Warner ed è eseguita in Europa, Giappone, America Latina e Australia; viene utilizzata per pubblicità, per Tv shows e sigle, anche per la danza e nel Teatro ed è trasmessa in molte delle più importanti radio in tutto il mondo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Corsi radiofonici - Diventa conduttore o Dj radiofonico ecco come

Londra - Ti piace il mondo delle radio? Vorresti diventare un conduttore radiofonico?
Imparare la dizione? Ecco che la radio italiana di Londra LondonONEradio 24 ore, ti può aiutare con i suoi corsi radiofonici.

Una squadra di professionisti, con video corsi ( per chi è in Italia) o per chi è a Londra direttamente negli studi di LondonONEradio, vi faranno entrare nel magico mondo della radio.

I corsi sono mirati a far imparare le nozioni basi della radio, e di dizione. Dizione non solo per avere una buon pronuncia in radio ma anche nella vita, per presentare meglio voi stessi nel mondo del lavoro.

Infondo come si dice : non si a mai una seconda possibilità per fare una buona prima impressione.
I corsi radiofonici di LondonONEradio sono unici nel suo genere, si basano sulla esperienza di esperti e di persone che da anni fanno radio. I corsi radiofonici si dividono in 4 sezioni

Corso  L'ABC della conduzione Corso Giornalismo radiofonico ( differenze tra UK e IT)���������������������…

Tobias Gremmler materializza la musica...

Londra - La musica, si può materializzare? A quanto pare si!; usando 12 telecamere e servendosi della
visualizzazione dei dati. Questo progetto, ideato dall’artista Tobias Gremmler ha animato i
colpi di bacchetta di Sir Simon Rattle a 120 fotogrammi al secondo.

Utilizzando il “motion capture” per tracciare i movimenti del direttore d'orchestra della
London Symphony Orchestra, Sir Simon Rattle, Gremmler ha creato questo video ipnotico.
Mentre le braccia di Rattle si alzano e il suo corpo ondeggia, ogni movimento viene tracciato e
animato, creando ampi schemi di luce.

Il progetto richiede l’uso di molta tecnologia. Per creare questo effetto, i direttori creativi del progetto hanno utilizzato 12 telecamere, che hanno catturato i movimenti di Rattle a 120
fotogrammi al secondo.

Usando questi dati, Gremmler ha creato una serie di film animazione.

Le immagini risultanti? Esplosioni di luce, suoni e vortici che materializzano la musica. Come
spiega Gremmler.

 Quando la musica divent…

Beatles sul tetto Il 30 gennaio 1969 : Il concerto che cambio' la storia dei live

Londra - Esiste ancora, il palazzo, dell' Apple ( non quella di s. Jobs) Records in 3 Savile Row, Londra W1, strada famosa per i suoi sarti, dove i Beatles suonaro sul tetto a sorpresa. Era il 30 Gennaio 1969, con l'aggiunta del tastierista Billy Preston.

Le strade vicine si bloccarono, tutti con il naso verso il cielo a vedere e sentire i Fab Four, in una modo mai visto prima. Fu la loro ultima esibizione. Quel concerto durato quaranta minuti passo alla storia come "The Beatles’ Rooftop Concert" John, Paul, Ringo e George non si esibivano dal 1966: quel giorno però erano di nuovo tutti e quattro insieme. Faceva freddo e Lennon indossava la pelliccia che gli aveva prestato Yoko Ono.

Paul McCartneycadde in una forte depressione. Ma ritorniamo al concerto sul tetto.
I Beatles avevano suonato su di un tetto, e subito, quel modo di fare musica divenne fonte di ispirazione per altre band che si esibirono successivamente sui tetti dei palazzi. Il 4 aprile 1970, la ba…