venerdì 14 dicembre 2018

Anastasio è riuscito a crepare gli affreschi della Sistina



Anastasio ha 21 anni, viene dalla provincia di Napoli.
Si appassiona al rap da solo, scoprendo di avere un talento inaudito per la scrittura.
Fedez lo ha definito la penna migliore mai sentita a X Factor e Mara Maionchi lo ha voluto ai Live Show per le sue capacità cantautorali.
Il suo talento consiste nel trasmettere immagini attraverso le parole.

Era arruolato nella squadra Under Uomini di Mara Maionchi.
Marco Anastasio si è presentato alle Audizioni di X Factor 12 vestito come un ragazzo qualunque: una t-shirt, jeans scuri. La faccia pulita e ordinaria, da studente universitario. Eppure, in barba a quell’apparenza semplice, ha tirato fuori un talento che pochi, specie nella cornice di un programma televisivo, possono dire di avere.
Lui scrive, e scrive benissimo. Forse troppo per i suoi ventuno anni.


Poi, ai Bootcamp ha portato una versione riadattata di Generale, di Francesco De Gregori. Che, però, dell'originale aveva solo l’imprinting. Il brano rap, essendo Anastasio un rapper, ha raccontato una guerra nuova, moderna ma anche un dolore vecchio, identico a quello che ha influenzato nel 1978 la musica di De Gregori.

Il passaggio agli Home Visit, e di lì ai Live, per lui, è stato pressoché immediato.

Pubblico e bookmakers lo davano sin da subito per favorito, e tutto è andato secondo previsoni.
Il rapper Anastasio vince la dodicesima edizione di X Factor, con l’inedito La Fine del Mondo, definito da tutti i giudici: «l’inedito di questa edizione di X Factor».
Una vittoria super annunciata, visto che, proprio lui, sin dalle Auditions, era stata una delle rivelazioni del talent show di Sky Uno anno 2018.

Il suo singolo La Fine del Mondo, vanta un testo pieno di significato, e soprattutto, pienissimo di potenza.


Qui di seguito: la sua audizione con La Fine del Mondo

 

Nessun commento:

Posta un commento